Carte prepagate per minorenni: quali sono le migliori

Carte prepagate per minorenni

Le carte prepagate per minorenni, vuoi per sostenere le spese di una gita o di una vacanza-studio all’estero, vuoi per assecondare i piccoli sfizi tipici dell’adolescenza o per dare ai propri figli sempre una disponibilità di denaro “a portata di mano” quando sono fuori casa, oggigiorno sono sempre più richieste. Non soltanto dai ragazzi, che in questo modo acquisiscono maggiore autonomia per le spese di ogni giorno e per gli acquisti online, ma anche dai genitori, che hanno la possibilità di monitorarne in tempo reale i consumi e ricaricare all’occorrenza. Andiamo di seguito ad analizzare tre delle carte prepagate per minorenni che maggiormente stanno rispondendo alle esigenze della clientela: Hype Start, Postepay Junior e BNL per ragazzi.

Hype Start di Banca Sella

Si presenta con lo stesso nome della versione completa destinata agli adulti, è accessibile anche ai ragazzi di età compresa tra i 12 ed i 17 anni. Naturalmente, come tutte le carte della stessa fascia, essa deve essere richiesta da un genitore o da un tutore legale. Nel caso di Hype Start per ragazzi, la registrazione è effettuabile direttamente online in pochi e semplici passaggi, senza bisogno di inviare o sottoscrivere alcun documento cartaceo: ai genitori verrà trasmesso un link alla email per ultimare l’iter in pochi clic e ricevere un bonus di benvenuto pari a 10€! I limiti operativi sono sostanzialmente quelli di Hype Start dedicata ai maggiorenni, con la possibilità attivare o disattivare con un semplice tap sullo smartphone le operazioni di prelievo, acquisto in negozio oppure online. I prelievi, per l’appunto, sono gratuiti in tutto il mondo e non possono superare la soglia dei 250€ giornalieri. I trasferimento di denaro verso amici e familiari tramite app sono ugualmente istantanei e gratuiti.

Postepay Junior

Se non si ha voglia di aspettare il compimento dei 12 anni per sottoscrivere Hype Start per minorenni, Poste Italiane mette a disposizione una soluzione ancora più “precoce”. Si tratta di Postepay Junior, la carta richiedibile a 10 anni compiuti con il consenso di un genitore presso qualsiasi ufficio postale. Analogamente al modello Standard destinato ai maggiorenni, Postepay Junior consente di effettuare acquisti in negozi fisici ed e-commerce. Prevede una quota di attivazione pari a 5€, un plafond massimo di 1.000€ ed un massimale di prelievo giornaliero che va da 100€, presso gli ATM postali, fino a 150€, se effettuato allo sportello con operatore.

BNL PER RAGAZZI

Parliamo infine della carta prepagata per minorenni promossa da BNL, richiedibile, anche in questo caso in filiale dai ragazzi di età compresa tra 10 e 17 anni, purché accompagnati da almeno un genitore o dal tutore legale. Si chiama BNL minore e dispone di un plafond pari a 1.500€. Dispone di un IBAN per i soli bonifici in entrata (non è consentito domiciliare le utenze) e tra i suoi punti di forza annovera la possibilità di prelevare gratuitamente presso tutti gli ATM BNL e Gruppo BNP non soltanto sul territorio italiano, ma anche all’estero.

Per quale carta avete deciso di optare?