Card
Carte Conto

Compass Pay: come funziona, costi, anticipo credito

testimonial-compass-nino-frassica

Compass Pay è una carta ricaricabile del circuito V-Pay.

Viene emessa da Compass, una delle realtà italiane più importanti per quanto riguarda l’erogazione di credito al consumo. E’ uno dei principali operatori italiani attivi nel settore dei Prestiti e dei Finanziamenti.

Fondata a Milano nel 1951 (da Mediobanca), oggi Compass possiede oltre 260 punti vendita sparsi su tutto il territorio italiano e conta oltre 1500 dipendenti.

Se ti interessano invece altre modalità di accesso al credito o pagamenti a rate, ti consigliamo di leggere anche: “Scalapay: cos’è, come funziona, come pagare a rate”.

Di seguito vi indicheremo le caratteristiche, i costi e le commissioni legate ai vari servizi proposti dalla Carta Compass Pay.

Compass Pay: caratteristiche e servizi

Con la carta Compass Pay è possibile effettuare qualsiasi operazione bancaria. Segnaliamo la possibilità di disporre e ricevere bonifici (anche istantanei), domiciliare le utenze, impostare accrediti diretti, pagare bollettini, MAV, RAV, e disporre anche giroconti.

Il tutto può essere semplicemente gestito tramite Internet Banking, sia da desktop che da app per mobile. La carta dispone quindi di IBAN italiano.

Possibile prelevare presso gli ATM italiani e stranieri, pagare col POS ed in modalità contactless. E’ dotata di tecnologia Chip & Pin e risulta altamente sicura (utilizza sistemi come 3D Secure Code).

Ma il servizio più interessante di tutti, nonché il più innovativo, riguarda il “Mini Credito”.

Nel prossimo paragrafo scoprirai come richiederlo, a quanto ammonta la cifra massima richiedibile, e le modalità di erogazione.

Mini Credito Compass Pay

Il Mini Credito Compass viene erogato ai correntisti in possesso di una carta Compass Pay. Si tratta di una riserva opzionale di liquidità che viene messa a disposizione del correntista. Possibile utilizzarla in qualsiasi momento, la riserva è sempre attiva.

Il rimborso del Mini Credito avviene in comode rate, che vengono calcolate in base al saldo ed al debito accumulato.

Solitamente la quota capitale del credito viene rimborsata mediante piccole rate fisse il cui importo varia da 50,00 a 100,00 euro mensili.

La cifra massima richiedibile come “Mini Credito” ammonta a 1500,00 €. Può essere richiesta online nella propria Area Utente, o in alternativa recandovi presso la filiale più vicina a voi per poi richiedere il credito allo sportello.

Costi e commissioni

Ecco tutti i costi e le commissioni legate ai vari servizi usufruibili con il Conto/Carta Compass Pay.

  • Costo emissione carta: 9,90 euro ;
  • Costo emissione carta virtuale: n. d. ;
  • Canone Mensile: 3,00 € (può essere azzerato se soddisfatti determinati requisiti) ;
  • Bonifico SEPA: da 0,00 a 1,50 € a seconda delle condizioni contrattuali ;
  • Bonifici SEPA da filiale: 3,50 € ;
  • Bonifico tramite Servizio Clienti: 5,00 € ;
  • Bonifico Extra SEPA: 3,50 € ;
  • Ricarica da Punto Sisal: 2,50 € ;
  • Prelievo Bancomat ATM italiano: da 0,00 a 1,50 € a seconda delle condizioni contrattuali ;
  • Prelievo Bancomat ATM estero (Area UE): 3,50 € ;
  • Pagamenti P2P: no;
  • Limiti di prelievo: 1000,00 euro / operazione – 5000,00 euro / giorno – 10000,00 euro / mese ;
  • Limiti di spesa: 3000,00 euro (pagamenti POS) .

Foto di compass.it

Potrebbero interessarti

Carta PayPal: disponibile anche in Italia la Business Debit Card!

Vincenzo

Carta Conto BPER: come funziona, costi, opinioni

Vincenzo

Conto Monese: caratteristiche, costi, opinioni

Vincenzo