Card
News

Carta di credito biometrica: la nuova carta di Banca Sella!

sensori-carta-di-credito-biometrica-riconoscimento-iride

La carta di credito biometrica è il prodotto finanziario più interessante ed innovativo presentato al “Salone dei Pagamenti 2022”.

Si tratta della prima carta al mondo a possedere sensori e chip biometrici, e che rende possibile il pagamento usando ad esempio la propria impronta digitale. Il progetto porta la firma di Banca Sella, che attraverso la sua divisione “Sella Personal Credit” ha realizzato questa rivoluzionaria carta di credito.

La carta potrebbe arrivare sul mercato nel corso del 2023, per il momento è in fase di test. Un gruppo ristretto di clienti italiani dell’istituto di credito è stato infatti coinvolto nel progetto e sta testando la nuova carta di Banca Sella.

Se ti interessa scoprire quali sono gli istituti di credito e le società di servizi finanziari più tecnologici e innovativi d’Europa, ti consigliamo di leggere anche: “Le migliori società Fintech d’Europa”.

Di seguito tutto ciò che sappiamo sulla nuova carta di credito biometrica realizzata da Sella Personal Credit.

La trovata di Banca Sella

Come già anticipato, la carta di credito “F-Code” presentata da Sella Personal Credit è la prima al mondo ad utilizzare tecnologia biometrica ovvero dei sistemi che permettono di riconoscere le caratteristiche fisiologiche di una persona. Tra questi ci sono il riconoscimento tramite impronte digitali, tratti somatici, iride oculare, timbro di voce.

Il team di ricercatori e tecnici informatici di Sella Personal Credit ha deciso di focalizzarsi sul sensore delle impronte digitali realizzando così una carta di credito altamente tecnologica (grazie alla presenza di sensore e chip), innovativa (si tratta di una nuova modalità di pagamento), semplice e sicura da usare.

D’altronde Banca Sella ha sempre puntato su ricerca e innovazione e nel corso degli anni ci ha dimostrato di saper innovare e proporre nuove soluzioni di qualità ai propri clienti. Banca Sella è da sempre un “First Mover”, ovvero una società che entra per prima nel mercato proponendo un prodotto o servizio innovativo.

Era il 1997 quando Banca Sella lanciò il primo servizio di Internet banking in Italia, fu un successo. Le altre banche seguirono a ruota copiando l’idea proprio all’istituto di credito biellese.

Ricordiamo inoltre che Banca Sella è stata la prima banca d’Italia a credere nel nuovo metodo di pagamento che prometteva di rivoluzionare il concetto stesso di transazione: Paypal. La nota società americana, oggi colosso dei pagamenti online, in Italia emette le sue carte in collaborazione con Banca Sella.

Nel 2017 l’istituto di credito piemontese torna alla carica e sforna un innovativo sistema informatico che permette a imprese e start up di accedere alle infrastrutture tecnologiche bancarie tramite API, ed ottenere così informazioni e dati finanziari allo scopo di sviluppare nuovi prodotti e innovativi servizi. Nasce così l’Open Banking Platform, prima piattaforma in Italia di questo tipo.

“Essere tra i first mover, introdurre prodotti innovativi e distintivi rispetto ai competitor, contribuire all’evoluzione del nostro settore rappresenta per me un elemento di motivazione enorme.”

stefano cravero, product manager sella Personal Credit

Carta di credito biometrica: com’è fatta e come si usa

Veniamo al dunque, com’è fatta, come si usa e quali sono i vantaggi della nuovissima carta di credito biometrica di Sella Personal Credit.

La carta presentata al Salone dei Pagamenti 2022 si presente, almeno alla vista, come una normalissima carta di credito. Uguale anche lo spessore della carta, nonostante ospiti un chip in più rispetto a quello tradizionali. E ormai, al giorno d’oggi, per tradizionale si intende una carta dotata comunque di chip (es. utile per la tecnologia Chip&Pin) e di tecnologia Contactless.

Quindi non è né più spessa né più grande di una carta di credito normale.

Presente apposita area sulla parte frontale della carta, su cui appoggiare il dito e autorizzare le transazioni. Attenzione però, perché il riconoscimento tramite impronta digitale serve solo per autorizzare la carta e quindi per confermare la transazione.

Come avviene realmente il pagamento?

Molto semplice, con il POS. L’esercente quindi dovrà soltanto attivare il POS in modalità contactless e attendere il pagamento, nulla di nuovo. L’acquirente invece al posto di appoggiare la carta sul POS dovrà semplicemente appoggiare il dito sull’apposita area della carta. E il pagamento verrà effettuato istantaneamente.

Questo accade perché una volta attivato il POS in modalità contactless, si attiverà anche un campo magnetico. Quest’ultimo verrà utilizzato dalla carta per alimentare il chip biometrico e permettere quindi il suo utilizzo.

Come si impostano i dati biometrici?

Per quanto riguarda la registrazione dei dati biometrici, ogni cliente riceverà in dotazione uno speciale kit che comprende due strumenti fondamentali: lo “sleeve” e la “Guida veloce passo dopo passo”.

Il primo è un dispositivo elettronico in grado di registrare le impronte digitali e associarle alla carta di credito. Tutto può essere svolto in completa autonomia e senza recarsi di persona in filiale per l’attivazione del servizio. Per questo motivo troverai anche la Guida o Manuale in cui troverai tutte le informazioni che ti servono per effettuare una corretta registrazione delle impronte digitali.

Una volta acquisiti i dati (l’impronta digitale del cliente), la carta è pronta all’uso.

Quando arriva la carta di credito biometrica?

La carta è stata presentata al pubblico nel Novembre 2022 ed attualmente è in fase di test. Secondo l’A.D. di Sella Personal Credit, Giorgio Orioli, in questa fase beta verranno raccolte le impressioni degli utenti che la stanno testando ed il loro livello di soddisfazione in modo tale da definire meglio le strategie d’azione future.

Leggi anche: “Le migliori Banche d’Italia (secondo i correntisti)”.

Crediamo quindi che la fase di test possa durare almeno 6 mesi, e vedere quindi la prima carta di credito biometrica in Italia verso la seconda metà dell’anno. Possibile anche che la fase di test si prolunghi fino a fine anno e che la carta venga introdotta sul mercato italiano soltanto nel 2024. Non ci resta che attendere.

Partnership e accordi commerciali

La carta di credito biometrica F Code è stata realizzata da Banca Sella (Sella Personal Credit) e sviluppata in partnership con Idemia, azienda leader nel settore della sicurezza elettronica, specializzata in Identity Technologies.

In questa fase di test la carta funzionerà esclusivamente sul circuito Visa e sarà compatibile con tutti i terminali POS e ATM con certificazione EMV (Europay Mastercard Visa) che ne attesti regolare compatibilità con carte a microprocessore o smart card.

Insomma se andiamo verso un futuro privo di password e PIN, la strada è quella giusta. A guidare il settore bancario italiano ci sarà, come sempre, Banca Sella.

Potrebbero interessarti

Nuovi metodi di pagamento: con il palmo della mano!

Vincenzo

Revolut Ultra: il nuovo piano per i clienti più esigenti!

Vincenzo

Le Migliori Banche d’Italia: Classifica Forbes 2023

Vincenzo