Card
Applicazioni

Conto Paypal: cos’è, come si apre, come pagare in 3 rate

Il conto Paypal è un servizio di pagamenti digitali e trasferimento di denaro online in modalità p2p. Si tratta senza dubbio di una della maggiori società del settore, che per anni ha dominato.

Oggi sono tanti i concorrenti di Paypal, ma la società statunitense resta la più famosa, affidabile e amata dagli utenti. Nel corso del tempo alla piattaforma si sono susseguiti diversi restyling, e introdotti innovativi servizi per il trasferimento di denaro in modalità digitale.

Le ultime novità sfornate dal colosso americano dei pagamenti riguardano la possibilità di effettuare trasferimenti di denaro istantanei e di pagare con la Paypal Debit Card. Per quanto riguarda quest’ultima, segnaliamo che le somme spese verranno detratte direttamente dal saldo Paypal.

Inoltre, da Dicembre 2021 è attivo anche in Italia il servizio “Paga in 3 rate” che permette di suddividere le spese in tre rate mensili di uguale importo.

Se ti interessano ulteriori info sulla società statunitense, ti consigliamo di leggere anche: “Carta Paypal: disponibile anche in Italia la Business Debit Card!”.

Di seguito vi indicheremo come funziona un conto Paypal, come aprirlo e come effettuare acquisti e pagare in 3 rate.

Conto Paypal: dal 1999 ad oggi

Il conto Paypal non è un vero e proprio conto bancario, la società che gestisce il servizio è infatti una public company. Nata nel 1999, la sua sede principale si trova a Palo Alto (California, Stati Uniti).

Paypal nasce dalla fusione tra Confinity, azienda di software (fondata da Peter Thiel, Max Levchin, Luke Nosek, Ken Howery) e X.com, piattaforma di servizi bancari online (fondata da Elon Musk).

Inizialmente la piattaforma permetteva esclusivamente di effettuare transazioni online senza condividere i dati della carta con il destinatario del pagamento. La carta doveva però essere necessariamente associata al conto Paypal.

Dopo qualche anno l’azienda californiana ha ampliato il suo parco servizi ed ha cominciato a puntare sulle transazioni online peer-to-peer (p2p) offrendo ai clienti la possibilità di trasferire denaro senza commissioni da un account Paypal ad un altro.

Era sempre possibile utilizzare i fondi della carta di credito/debito (Visa o Mastercard) associata al conto Paypal.

In seguito la società decise di emettere una propria carta prepagata, da collegare anch’essa al conto online. Fu così che Paypal entrò definitivamente nel mondo dei servizi bancari, senza essere realmente una banca o un istituto di credito.

Servizi come “Protezione pagamenti”, le basse commissioni, la possibilità di effettuare transazioni in oltre 20 valute diverse in forma semi-anonima, hanno contribuito a rendere Paypal una vera “istituzione” del settore.

In Italia sbarca nel 2005, anno dell’apertura della sede di Milano. Lo stesso anno Paypal inizia una joint venture insieme a Banca Sella e Lottomaticard per l’emissione delle carte prepagate Paypal da distribuire ai clienti italiani.

Dal 2016 la Banca d’Italia ha chiarito che tutte le transazioni effettuate tramite Paypal, sia da soggetti privati che da persone giuridiche, sono assoggettate alle normative del “Testo Unico Bancario”.

Tipologie di conti

L’apertura del conto Paypal, così come le spese di gestione, sono da sempre gratuite. L’emissione di una carta fisica (prepagata o Business Debit Card) è invece a pagamento.

Al momento della registrazione, l’utente può scegliere tra due differenti conti:

  • Conto Personale;
  • Conto Business.

Il conto Personale Paypal è destinato alle persone fisiche. Permette di effettuare transazioni, ricevere o inviare pagamenti (sia p2p che non), senza condividere mai i tuoi dati finanziari con chi riceverà il pagamento.

Il Conto Business di Paypal è invece destinato a privati (es. lavoratori autonomi con partita Iva) o a persone giuridiche (attività commerciali, società, ecc.). Permette di inviare fatture pro-forme ai clienti, richiedere o inviare pagamenti, usufruire della protezione acquisti. Inoltre l’utente può richiedere la Business Debit Card, con cui potrà effettuare acquisti presso negozi fisici tramite POS. Le spese verranno detratte direttamente dal saldo Paypal. Si tratta di un innovativo servizio, che ha letteralmente rivoluzionato (e migliorato) il servizio Paypal.

Come aprire conto Paypal

Aprire un conto Paypal è semplicissimo, impiegherai al massimo 5 minuti. E dato che nel paragrafo precedente abbiamo chiarito il funzionamento di entrambe le tipologie di conto disponibile, saprai già quale dei due scegliere.

Come aprire un conto Paypal in 4 step:

  1. Collegati al sito www.paypal.com;
  2. Clicca sul pulsante in alto a destra “Registrati”;
  3. Scegli il tipo di conto (Personale o Business);
  4. Inserisci i dati richiesti (indirizzo, numero di telefono, indirizzo e-mail, ecc.).

Una volta inseriti i dati richiesti, il conto verrà attivato immediatamente. Per diventare un conto verificato seguirà la convalida dei documenti e delle informazioni inserite da parte della società statunitense.

L’apertura del conto Paypal, per entrambe le tipologie, è gratuita.

Come effettuare acquisti a rate con Paypal

Infine, non potevamo citare l’ultima “trovata” di Paypal attiva in Italia dal mese di Dicembre 2021. Stiamo parlando degli acquisti a rate.

Sulla scia di altre piattaforme che stanno registrando delle crescite impressionanti (es. Klarna, Scalapay, ClearPay, ecc.), anche Paypal ha introdotto questa nuova funzionalità.

Inizialmente disponibile solo negli States, oggi il servizio è disponibile anche nella maggior parte dei Paesi UE.

Possono accedere al servizio tutte le persone fisiche maggiorenni e titolari di un conto Paypal, ritenute idonee. Paypal si riserva la facoltà di effettuare verifiche sulla solvibilità del finanziamento da parte dell’Utente, e quindi trasmettere o ricevere informazioni dagli enti creditizi.

Il finanziamento “Paga in 3 rate” di Paypal permette di effettuare acquisti e rimborsare il tutto in tre comode rate. Al momento dell’acquisto verrà effettuato un pagamento iniziale a cui seguiranno ulteriori due pagamenti distribuiti in due mesi.

L’importo finanziabile va da un minimo di 30,00 euro ad un massimo di 2.000,00 euro.

Il finanziamento sarà a tasso 0 (zero), non sono previsti oneri di mora.

Segnaliamo inoltre che al finanziamento Paypal non si applica il quadro normativo relativo al credito dei consumatori, ai sensi dell’Art. 122 comma 1, lettere “c” e “d”; del DL n° 385 del 1° Settembre 1993.

Potrebbero interessarti

ClearPay: cos’è, come funziona, come pagare a rate

Vincenzo

Klarna Italia: Funziona? Quante Rate? Negozi?

Vincenzo

E’ l’ora di pagare. Con GarminPay basta l’orologio

Monica