Card
Carte di Credito

Conto Deposito BBVA 4% remunerazione: Recensione Completa

conto-deposito-bbva-4%

Attivo da settembre 2023, il conto deposito BBVA 4% ha letteralmente rotto il fronte bancario italiano lanciando un’offerta che possiamo definire “controcorrente”.

In pochi mesi l’istituto di credito spagnolo ha raccolto oltre 1 miliardo e mezzo di depositi bancari ed ha quasi raggiunto la soglia dei 500.000 clienti in Italia. Inizialmente la remunerazione al 4% era stata fissata fino a gennaio 2024, promo poi estesa fino al 2025.

Zero spese, zero condizioni e interessi liquidati mensilmente hanno contribuito al successo del conto deposito BBVA, oltre alla presenza di alcuni servizi extra molto interessanti come anticipo stipendio, prestito immediato, e acquisti in valuta estera.

Leggi anche: “Conto Corrente BBVA: Caratteristiche, Costi, Opinioni”.

Di seguito ti indicheremo caratteristiche, servizi e costi del conto deposito BBVA 4%.

Conto Deposito BBVA 4%: Caratteristiche

Come già anticipato, la banca BBVA sta aumentando in maniera costante la propria fetta di mercato in Italia, tanto da prolungare la promo fino al 31/05/2025.

Chi apre un conto entro questa data può approfittare del 4% di remunerazione e del 4% cashback sugli acquisti (valido su tutti gli acquisti effettuati con la carta BBVA). Presente anche apposito programma che ti permette di ricevere 20 euro per ogni persona che inviti e che apre un conto online BBVA.

Infine, non potevano mancare servizi revolving, possibile infatti effettuare acquisti e pagare il tutto in comode rate mensili.

Insomma, il conto deposito BBVA 4% è indubbiamente uno dei migliori conti deposito attualmente sottoscrivibili in Italia.

Segnaliamo anche che si tratta di uno degli istituti di credito più affidabili e solidi d’Europa, con un Ter 1 ratio al 14,4% (2023) ampiamente superiore al livello richiesto dalla BCE. In poche parole è molto difficile che una banca di questo tipo possa fallire o avere difficoltà nel restituire soldi o remunerare i correntisti.

Anzi, al momento della scrittura di questo post BBVA risulta essere il principale attore del risiko bancario spagnolo grazie all’OPA ostile lanciata su Banco Santander. Quest’ultimo potrebbe quindi essere acquisito a breve da BBVA.

Leggi anche: “Carta di credito Santander: caratteristiche, costi, vantaggi revolving”.

Costi, Spese e Limiti del Conto Deposito BBVA 4%

Ecco i principali costi, le spese e i limiti legati al conto deposito BBVA 4%.

DEPOSITO FLESSIBILE BBVA

  • Importo minimo per ciascun Deposito Flessibile: 500,00 euro;
  • Importo massimo per ciascun Deposito Flessibile: 50.000,00 euro;
  • Importo Massimo Vincolabile: 100.000,00 euro;
  • Numero massimo di Depositi Flessibili: 100;
  • Durata Durata del Deposito Flessibile BBVA: 730 giorni;
  • Spese per l’apertura del Deposito Flessibile BBVA: 0,00 euro;
  • Spese per l’estinzione del Deposito Flessibile BBVA: 0,00 euro;
  • Spese per conteggio interessi: 0,00 euro;
  • Spesa per singola operazione: 0,00 euro;
  • Comunicazione per ciascun periodo di calcolo – Online: 0,00 euro;
  • Comunicazione per ciascun periodo di calcolo – Cartaceo: 1,65 euro;
  • Altre comunicazioni: Online: 0,00 €, Cartaceo: 1,65 euro;
  • Tasso creditore annuo nominale lordo: 3,00%;
  • Tasso creditore annuo nominale lordo ridotto in caso di svincolo anticipato: 1,00%.

CONTO CORRENTE BBVA

  • Canone annuale perla tenuta del conto: 0,00 euro;
  • Oneri fiscali: 34,20 euro / anno con addebito trimestrale;
  • Numero di transazioni incluse nel canone annuale: Senza limite;
  • Spese annuali per il calcolo di interessi e competenze: 0,00 euro;
  • Canone annuale per la carta di debito: 0,00 euro;
  • Canone annuale per home banking: 0,00 euro;
  • Invio dell’estratto conto In formato elettronico: 0,00 euro;
  • Invio dell’estratto conto In formato cartaceo: 0,00 euro;
  • Prelievi dai bancomat in Italia e nell’eurozona: 0,00 euro;
  • Prelievi dai bancomat ATM italiani: 2,00 euro;
  • Prelievi dai bancomat ATM stranieri: 2,00 euro;
  • Bonifici SEPA: 0,00 euro;
  • Bonifico non SEPA: Servizio non disponibile;
  • Tasso di interesse debitore annuo sulle somme utilizzate in assenza di fido: 8,00%;
  • Tasso di interesse creditore annuo nominale: 0,00% (il “Tasso Base”);
  • Deposito di contanti: 0,00 euro;
  • Carnet Assegni: 0,00 euro.

Potrebbero interessarti

Carta di Credito IBL Banca: Servizi, Tipologie, Costi

Michele Urbano

Estratto Conto Carta di Credito: a cosa serve e come richiederlo

Vincenzo

Carta di Credito Fineco: Caratteristiche, Vantaggi, Costi

Michele Urbano