Card
Conti Correnti

Conto Corrente Mediolanum: il Conto di Base

conto-corrente-di-base-mediolanum

Il Conto Corrente Mediolanum può essere di diversi tipi. Il piano standard si rivolge ad un target di persone con età superiore ai 27 anni, mentre per i più giovani, invece, Mediolanum ha pensato al Conto Flowe ed al Selfyconto.

I conti possono offrire diversi vantaggi a seconda del tipo di profilo cliente: Black, Elite, Privilege, Smart+, Smart e Basic. Per le fasce più svantaggiate invece, Banca Mediolanum propone il Conto di Base.

Di seguito ti indicheremo caratteristiche, vantaggi e costi del Conto Corrente di Base Mediolanum.

Conto Corrente Mediolanum: Caratteristiche e Vantaggi

Il conto corrente online Mediolanum offre canone e carta di credito completamente gratuiti per il primo anno per i nuovi correntisti.

Dopo il primo anno, il costo annuale è di 90 euro, spalmati su 4 trimestri, con carta di debito, prelievi di contante in Italia e transazioni online gratuite, oltre a un numero illimitato di transazioni incluse nella gestione del conto.

Il conto consente inoltre di pagare con lo smartphone tramite Apple, Samsung o Google Pay collegando il proprio smartphone al conto. Può essere gestito facilmente tramite Home banking.

Inoltre, è interessante sapere che è possibile passare da un vecchio conto presso un’altra banca a Mediolanum, presentando una richiesta con modulo di richiesta ad un impiegato della banca; entro 12 giorni lavorativi avverrà il passaggio al nuovo conto.

Principali vantaggi:

  • Carta di debito gratuita
  • Addebito automatico gratuito delle bollette
  • Commissioni sulle ricariche telefoniche gratuite
  • Bonifici gratuiti, pagamenti online, RAV, MAV e F24

Conto di Base Mediolanum

Il Conto Corrente di Base Mediolanum è invece un conto con funzionalità limitate dedicato all’inclusione finanziaria dei consumatori con esigenze bancarie basilari.

Questo conto prevede un canone annuo fisso o anche gratuito (ma solo se vengono rispettati determinati requisiti), e l’accesso ad alcune tipologie di servizi finanziari base. Come previsto dal Decreto del Ministero dell’Economia e dell’Economia Finanziaria n. 70 del 3 maggio 2018.

A chi è destinato il Conto di Base Mediolanum?

  • A persone con esigenze bancarie di base;
  • agli aventi diritto al trattamento pensionistico fino a 18.000 euro lordi annui;
  • Persone appartenenti alle fasce socialmente svantaggiate e il cui reddito ISEE annuo è inferiore a 11.600 euro.

Altre info sul Conto di Base Mediolanum

– Con il conto di base il correntista avrà accesso ad un determinato numero di operazioni, che risulteranno comprese nel canone forfettario annuo di cui all’Allegato A del Decreto MEF n. 70 del 3 maggio 2018;

– Per il conto base riservato alle “fasce sociali svantaggiate” con reddito ISEE annuo valido inferiore a 11.600 euro: stesse operazioni del conto base, ma la tassa di conto annuale e l’imposta di bollo sono esenti;

– Per il conto base per pensionati, che può essere richiesto dai pensionati fino ad un importo annuo lordo di 18.000 euro: un certo numero di operazioni comprese nel canone annuo gratuito previsto dall’allegato B decreto MEF n. 70 del 3 maggio 2018d.

Leggi anche: “Conto Corrente Unicredit: il Conto di Base”.

Caratteristiche Conto di Base

Il conto base è uno strumento rivolto principalmente a clienti con limitate esigenze finanziarie e operative, ed è destinato a sostenere le fasce economicamente più deboli della popolazione.

Questo conto può essere utilizzato per effettuare un determinato numero di transazioni in entrata e in uscita a un canone annuo fisso o gratuitamente a determinate condizioni.

L’iniziativa era stata anticipata dall’Italia già nel 2012: allora il conto base era stato introdotto con un accordo tra Banca d’Italia, Mef, ABI, Poste e Associazione italiana istituti di pagamento e moneta elettronica (AIIP).

Con l’entrata in vigore del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che segue e completa il recepimento in Italia della Direttiva Europea sui Conti di Pagamento (PAD), il numero di persone che hanno accesso ad un conto con funzioni base gratuito di sarà aumentata la tariffa e si valuterà una semplificazione del conto base per i pensionati.

Il conto base, le cui caratteristiche sono state definite dal Decreto MEF n. 70 del 3 maggio 2018, rientra nelle iniziative volte a promuovere strumenti di pagamento più efficienti per favorire una più ampia inclusione finanziaria e sociale, e si rivolge a:

  • a tutti i consumatori, anche già clienti, che non sono ancora in possesso di un rapporto di conto corrente che consenta loro di utilizzare tutti gli strumenti di pagamento previsti dall’allegato A del Decreto MEF n. 70 del 3 maggio 2018;
  • per le fasce di clientela socialmente svantaggiate con reddito ISEE annuo di 11.600 euro, ai quali il conto corrente sarà offerto gratuitamente oneri ed esenti da bollo, fermo restando il costo dei servizi aggiuntivi o in numero superiore richiesti dal titolare;
  • percettori di prestazioni pensionistiche fino a 18.000 euro lordi annui, ai quali sono comunque garantite spese di apertura e gestione gratuite, fermo restando il costo di eventuali servizi aggiuntivi o maggiori richiesti dal titolare.

Leggi anche: “Conto Corrente Intesa Sanpaolo: il Conto di Base”.

Servizi, Costi e Commissioni

Passiamo ora ai servizi offerti dal Conto Corrente di Base Mediolanum e relativi costi, commissioni, spese.

Ecco le principali condizioni economiche, le tipologie di servizi inclusi nel canone annuo del Conto di Base Mediolanum, e relativo numero di operazioni annue incluse nel canone.

  • Canone annuale di tenuta del conto: 0,00 €;
  • Elenco movimenti: 6;
  • Prelievo di contante allo sportello: 6;
  • Prelievo di contante tramite ATM del Gruppo Mediolanum: illimitate;
  • Prelievo di contante tramite altro ATM italiano: 12
  • Operazioni di addebito diretto nazionale o addebito diretto Sepa: illimitate;
  • Pagamenti ricevuti tramite bonifico – Sepa (incluso accredito stipendio e pensione): 36;
  • Pagamenti ricorrenti tramite odini permanenti di bonifico effettuati con addebito in conto: 12;
  • Pagamenti effettuati tramite bonifico Sepa: 6;
  • Versamenti contanti e/o versamenti assegni: 12;
  • Comunicazioni da trasparenza (incluso spese postali): 1;
  • Invio informativa periodica (estratti conto e documento di sintesi/incluso spese postali): 4;
  • Operazioni di pagamento attraverso carta di debito: illimitate;
  • Emissione, rinnovo e sostituzione carta di debito: 1.

Potrebbero interessarti

Conto Corrente Credem Link: Servizi, Tipologie, Costi

Vincenzo

Conto Corrente BBVA: Caratteristiche, Costi, Opinioni

Vincenzo

Conto Corrente Zero Spese: Guida 2023

Vincenzo